C’è il Parmigiano Reggiano DOP e la Finocchiona IGP, l’Aceto Balsamico di Modena IGP e il Lardo di Colonnata DOP, la Focaccia di Recco IGP e il Pane di Matera IGP, le Mele Val di Non DOP e il Pistacchio Verde di Bronte DOP… Mille pagine per fare la fotografia dell’Italia che sforna tutto quanto fa qualità per la tavola, con 830 prodotti e ben 523 vini a marchio di garanzia: la Dop, l’Igp e la Stg, che sta per specialità tradizionale garantita. Un volume che racconta davvero tutto i migliori sapori d’Italia provenienti da quello che nasce nelle nostre campagne, che vale circa 14 miliardi alla produzione e coinvolge più o meno 300mila operatori.

E’ la nuova edizione dell’Atlante Qualivita Food e Wine, presentato all’Expo, agli Stati Generali delle Indicazioni Geografiche. «Una guida fondamentale per far capire ai Paesi stranieri un’Italia che è leader nelle filiere produttive ma anche nei controlli». La spiega così nella nostra intervista Mauro Rosati, 47 anni, senese, giornalista e scrittore ma con un passato di perito informatico, bancario, promoter di eventi e ad di un tour operator, fino alla creazione di Qualivita, la Fondazione che si occupa appunto della valorizzazione del tipico made in Italy.

SCARICA L’ARTICOLO COMPLETO IN ALLEGATO